1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Bruno Amadi
Bruno Amadi
Silvia Levenson
Silvia Levenson
 
Contenuto della pagina

Premio Glass in Venice 2016

Quinta edizione a Bruno Amadi e Silvia Levenson
 
Premio Glass In Venice
Premio Glass In Venice

26 settembre 2016, Palazzo Franchetti
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

La cerimonia di conferimento del Premio Glass in Venice 2016 e del Riedel Award 2016 si terrà  all’Istituto Veneto alla presenza di: 
Gherardo Ortalli, presidente dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti 
Gabriella Belli, direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia 
Georg J. Riedel, 10° generazione Riedel Crystall
Rosa Barovier, storica del vetro 
e  gli artisti premiati

La commissione giudicatrice del premio Glass in Venice ha proclamato i vincitori dell’edizione 2016 tra coloro che meglio esprimono l’arte del vetro: Bruno Amadi grazie alla sua straordinaria tecnica nella lavorazione a lume e Silvia Levenson artista argentina da anni impegnata nella produzione di opere in vetro dal forte valore evocativo.

Bruno Amadi si è distinto nei decenni per la straordinaria qualità tecnica nella lavorazione a lume del vetro che sa modellare con eccezionale delicatezza. Con la sua maestria riproduce in vetro organismi del mondo vegetale e animale esaltandone l'originalità e la bellezza delle forme e le suggestive colorazioni. 

Silvia Levenson
Da autodidatta è in grado di piegare autonomamente le tecniche vetrarie avalori espressivi personalmente elaborati nel corso delle sua vita e della suaesperienza d'artista. Sue opere sono esposte nei maggiori musei vetrari di artecontemporanea.

Esposizione
Le opere degli artisti premiati saranno esposte nell'atrio di PalazzoLoredan, sede dell'Istituto Veneto, dal 26 settembre al 24 ottobre, dal lunedìal venerdì dalle 10.00 alle 18.00.
Ingresso gratuito.

Il Premio, giunto alla sua quinta edizione, rientra nel Progetto Glass inVenice, promosso dall’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti e dallaFondazione Musei Civici di Venezia.
I precedenti vincitori sono: Pino Signoretto e Bertil Vallien (2012); AndreaZilio e Toots  Zynsky (2013); Giulano Ballarin e Joan Crous e premio allacarriera a Lino Tagliapietra (2014); David Fuin e Maria Grazia Rosin e premioalla carriera a Livio Seguso (2015)

La Commissione è composta da Rosa Barovier, storica del vetro; Gabriella Belli,direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia; Sandro Franchini,cancelliere emerito dell'Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti; SandroPezzoli, collezionista; Chiara Squarcina, responsabile del Museo del Vetro diMurano.

BRUNO AMADI
Da 42 anni, con straordinaria maestria, Bruno Amadi modella a lume meravigliose forme naturali nel suo negozio in Calle dei Saoneri a San Polo.Dalle colorate canne di vetro nascono stelle marine, acciughe, lattarini, ramarri, rane, farfalle, funghi, fagiolini, piselli, agrifogli, chiocciole,leggerissimi ragni, libellule e formiche...Nato a Burano, Amadi  si ètrasferito da bambino a Murano con la famiglia dove il padre lavorava in fornace. Dal padre ha imparato a "maneggiare il vetro" insieme ai 5 fratelli  ma solo lui ha continuato, esprimendo una vera passione per questa arte.  Inserito in fornace dall'età di 11 anni, ha lavorato da Salviati, Mazzega e Barbini, seguendo inoltre i corsi di disegno di Anzolo Fuga presso la Scuola per Vetrai Abate Zanetti.
Scheda artista

SILVIA LEVENSON
Silvia Levenson è nata inArgentina nel 1957.Abita e lavora  in Italia dal 1980.
"Rivelare", rendere visibile ciò che normalmente è nascosto o non si può vedere è parte integrante del suo lavoro, e usa il vetro per rappresentare questa metafora. Attraverso il suo lavoro indaga sui rapporti interpersonali nelle famiglie e nella società con uno sguardo  critico ma ironico all ostesso tempo . Dal 1994 fino ad oggi ha affrontato diversi temi come lemigrazioni, le tensioni in famiglia , la violenza contro le donne e recentemente i crimini della dittatura in Argentina nella mostra"Identidad Desaparecida", al Museo del Vetro di Murano. In 2005, h aricevuto il premio Rakow Commission del Corning Museum of Glass e i  suoi pezzi sono  presenti in diverse  collezioni pubbliche e private. 
Fra le altre: Castello Sforzesco, Milano,Fondazione Remotti, Camogli, Fondazione Banca San Gottardo, Museo del Vetro di Altare, Fine Art Museum of Houston,  New Mexico Museum of Art, Santa Fè ,Toledo Museum of Art, Corning Museum of Glass, David Owsley Museum of Art,Indianapolis,Coleccion Casa de las Americas, Cuba,  Musée Atelier de Verre de SarsPoteries, Alexander Tutsek-Stiftung, Monaco e Museo de Bellas Artes, La Plata,Argentina. 
Scheda artista

In collaborazione con
Fondazione Musei Civici di Venezia
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti