1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
  1. EN

IT

Contenuto della pagina

Comitato Scientifico

 
 
Rosa Barovier

Rosa Barovier Mentasti, Storica del vetro
Di antica famiglia vetraria di Murano, si è laureata in lettere antiche presso l'Università degli Studi di Padova con una tesi sul vetro antico nel 1973. Da allora si è dedicata allo studio della storia vetraria veneziana antica e moderna. Ha pubblicato articoli e libri, a partire da Il Vetro Veneziano dal Medioevo ad oggi del 1982. Ha curato numerose mostre di vetro antico e di vetro contemporaneo internazionale, tra cui Vetri. Nel Mondo. Oggi. allestita dall'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti a Venezia nel 2004.

 
 
Gabriella Belli

Gabriella Belli, Direttore Fondazione Musei Civici
Nel 1978, a seguito di concorso, è entrata nella Soprintendenza per i Beni storico-artistici del Trentino e quindi è nominata curatore presso il Museo del Castello del Buonconsiglio.Nel 1989 è stata nominata Direttore del MART (Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto), e ne ha curato fino al 2011 il progetto scientifico, inaugurando nel 2002 la nuova sede progettata da Mario Botta.Nel dicembre del 2011 è stata nominata Direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia, un’istituzione che riunisce 11 tra i più importanti musei della città lagunare, da Palazzo Ducale a Ca’ Rezzonico, dal Correr a Ca’ Pesaro,  dal Museo Fortuny a Palazzo Mocenigo, Museo del Vetro etc. Tra i vari incarichi da lei ricoperti si ricordano inoltre: commissario della Biennale di Venezia nel 1995, docente all’Università di Trento e all’Accademia di Mendrisio, membro della Commissione superiore dei Beni culturali, membro del Comitato scientifico della Fondazione Palazzo Te.Dal 2002 al 2012 è stata Presidente dell’Associazione Nazionale dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani (AMACI). Nel 2011 ha ricevuto dal Ministro della Cultura francese l’onorificenza di Cavaliere delle Arti e delle Lettere e il Premio ICOM– Italia come migliore museologo dell'anno.

 
 
Sandro G. Franchini

Sandro Franchini, Cancelliere Emerito Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Compiuti gli studi superiori a Venezia e universitari a Padova, dopo un periodo di perfezionamento in Francia, ha iniziato la sua collaborazione all’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti del quale è stato nominato cancelliere nel 1985. Autore di vari saggi di carattere storico, ha pubblicato articoli e recensioni sulla stampa quotidiana e periodica italiana e francese. Docente incaricato dell’Institut Européen des Hautes Etudes Internationales di Nizza dal 1983 al 1986 e professore incaricato dell’Università di Saint Etienne nel 1988-1989. Membro di consiglio di amministrazione di istituzioni e associazioni culturali. E’ socio dell’Ateneo Veneto e della Società Internazionale di Studi Francescani.

 
 
William Gudenrath

William Gudenrath, Corning Museum of Glass
In qualità di resident advisor per lo Studio del Corning Museum of Glass, tiene corsi di introduzione e perfezionamento in tecniche veneziane. Maestro vetraio, studioso e docente delle tecniche di lavorazione del vetro a caldo impiegate al tempo dell'antico Egitto, giungendo fino alle tecniche e alle espressioni maturate nel Rinascimento. Ha tenuto corsi e conferenze in tutto il mondo. Numerose le sue pubblicazioni, tra le quali si ricordano: Chronicle: the Portland Vase, Five Thousand Year of Glass, Journey through Glass: A Tour of the Corning Museum Collection and MasterClass Series II: Introduction to Venetian Techniques, Glass Masters at Work: William Gudenrath, Glassworking Processes and Properties.

 
 

Lorenzo Lazzarini, LAMA-Università Iuav di Venezia
Lorenzo Lazzarini è geologo e professore ordinario presso il Dipartimento di Architettura , Costruzione e Conservazione dell'Università IUAV di Venezia dove insegna Georisorse Minerarie e Petrografia Applicata  ai materiali antichi da costruzione e decorazione. Ha fondato nel 1993, e da allora dirige, il LAMA (Laboratorio di Analisi dei Materiali Antichi). In precedenza era stato docente all'Università "La Sapienza" di Roma, e prima ancora funzionario scientifico del Ministero per i Beni Culturali. E' membro di varie associazioni di archeometria , archeologia e conservazione (AIAr, AISCOM, ASMOSIA, IIC) , e collabora con istituzioni nazionali e internazionali  che si occupano di queste discipline. E' autore/editore  di  7  volumi sui marmi antichi e il loro restauro , nonchè  di  oltre 350 contributi a stampa. Dirige dal 2005 "Marmora", rivista internazionale annuale di archeologia e archeometria dei marmi per l'Accademia Editoriale di Pisa.

 
 
Corinna Mattiello

Corinna Mattiello, Esperta nelle tecniche del restauro del vetro antico
Dopo la laurea in architettura a Venezia ha conseguito il diploma dell'Istituto Centrale del Restauro nel settore dei metalli e suppellettili antiche e successivamente ha frequentato il corso di perfezionamento in materiali lapidei. Lavora come libera professionista dal 1975, prima principalmente per Soprintendenze e Musei del Lazio nel campo del restauro archeologico, poi, dopo il trasferimento a Venezia, con Fondazioni, Musei e Soprintendenze della regione, nei settori prevalentemente del restauro del vetro (Museo Vetrario di Murano, Museo di Altino), delle oreficerie sacre (Tesoro di San Marco, Tesoro della Scuola Grande di San Rocco) e del restauro di grandi bronzi (cavalli della Basilica, Cappella Zen).

 
 

Sandro Pezzoli, Collezionista
Frequenta l'Università Statale di Milano, ove consegue la laurea in Scienze Politiche. Dopo gli studi, si stabilisce a Milano, città in cui svolge la sua attività lavorativa e dove tuttora risiede. Nell'ambiente milanese ha occasione di entrare in contatto con artisti, galleristi e il mondo dell'arte in generale. Matura poi una straordinaria passione per il vetro d'arte, iniziando a collezionarlo. Nel 1979 conosce Lino Tagliapietra, importante Maestro vetrario muranese, chelo mette in contatto con artisti americani ed australiani come Dale Chihuly di Seattle, Kathy Elliot e Benjamin Edols di Sidney. Con il merito di aver introdotto per la prima volta grandi artisti stranieri in Italia, si dedica alla ricerca e al collezionismo del vetro d'arte moderno e contemporaneo, costituendo una sempre più vasta e qualificata collezione, in parte esposta nel 2010 al Museo Bagatti Valsecchi di Milano. Dall'aprile 1997 fino al maggio 2013 ha gestito a Milano la galleria Scaletta di Vetro, dove ha esposto e fatto conoscere artisti del vetro principalmente di area italiana, americana ed australiana.Rivolto in particolare alla scoperta e valorizzazione di giovani artisti nel campo vetrario, è costantemente impegnato nell'organizzazione di iniziative espositive e di studio. Dal 2012 è Vice Presidente del Comitato Nazionale Italiano AIHV-Association Internationale pour l'Histoire du Verre, nel quale opera allo scopo di incrementare la ricerca e gli studi sul vetro contemporaneo. In seno al Comitato ha ideato il Premio Aldo Bellini, per diffondere la conoscenza delle tecniche di lavorazione del vetro presso i giovani, affinchè si misurino con questo affascinante materiale, facendone strumento di personale espressione artistica.

 
 
Chiara Squarcina

Chiara Squarcina, Coordinatrice Museo del Vetro di Murano
Dal  19 maggio 1997 lavora per i Musei Civici di Venezia, dal 1 settembre 2008 Fondazione Musei Civici di Venezia. Le funzioni da lei svolte all’interno della Fondazione riguardano la responsabilità dell’Area2 in qualità di Dirigente e nello specifico come responsabile di tre Musei: Palazzo Mocenigo Centro Studi di Storia delTessuto e del Costume, Museo del Merletto di Burano e il Museo del Vetro di Murano. Laureata all’Università di Ca’ Foscari di Venezia, è iscritta all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti dal 1991 nonché all’albo dei Bibliotecari AIB. Precedentemente ha lavorato all’Archivio Storico della Biennale di Venezia e, per due anni consecutivi ha insegnato Didattica Museale all’Accademia di Belli Arti di Venezia.Negli ultimi anni ha curato personalmente le mostre del Museo del Vetro mentre ha tenuto conferenze in Italia e all’estero sul tema del vetro  (Bologna, Venezia, Toronto, Pechino e Tokio). Ultimamente il Museo del Vetro di cui è la Responsabile è parte attiva di un progetto comunitario, “Ege”, per la valorizzazione del vetro. Ha pubblicato vari lavori sul tema del vetro e del tessile.

 
 
Lino Tagliapietra

Lino Tagliapietra, Artista e Maestro del vetro
Eccezionale maestro vetraio e il più influente artista del vetro italiano noto a livello internazionale. Nato a Murano ed entrato giovanissimo in fornace, è diventato maestro negli anni cinquanta ed ha lavorato per alcune delle più prestigiose vetrerie dell'isola. Dalla fine degli anni sessanta ha espresso la sua creatività, iniziando a progettare suoi modelli di alta qualità tecnica ed estetica e di indiscusso successo commerciale. Dal 1990 è artista del vetro free lance e si dedica alla creazione di pezzi unici, che sono presenti nelle più prestigiose collezioni private e nei musei di tutto il mondo. Nel 2009 il Museo di Tacoma gli ha dedicato una importante mostra retrospettiva, che ha poi toccato altre sedi museali statunitensi e nel 2011 l'Istituto Veneto la mostra Lino Tagliapietra, da Murano allo Studio Glass.

 
 
Cristina Tonini

Cristina Tonini, Storica del vetro
Laureata in Storia dell'Arte presso l'università Statale di Milano con il prof. De Vecchi. Dal 1989 al 2004 ha svolto il ruolo di Conservatore per la catalogazione e il nuovo allestimento del Museo Bagatti Valsecchi di Milano; ha poi pubblicato con Rosa Barovier il catalogo della collezione di vetri veneziani del museo. Ha curato i cataloghi della collezione vetraria medievale e moderna dei Musei Civici di Pavia, della Pinacoteca Ambrosiana di Milano e del Museo Pogliaghi di Varese di prossima uscita; ha pubblicato articoli dedicati al vetro veneziano e mediceo per Decart e per il Journal Glass Studies del Corning Museum of Glass.E' nel consiglio direttivo della sezione italiana dell'Association Internationale Histoire du Verre. E' docente di storia dell'arte nel liceo artistico Orsoline di Milano.

 
 
Marco Verità

Marco Verità, LAMA-Università Iuav di Venezia
Laureato in Chimica, ha lavorato per oltre trent'anni presso la Stazione Sperimentale del Vetro di Venezia-Murano, svolgendo attività di ricerca ed analisi di materiali vitrei sia moderni che antichi, questi ultimi con fini sia archeometrici che legati a problematiche di conservazione e restauro. Membro di varie organizzazioni internazionali, dal 2009 collabora con il Laboratorio di Analisi Materiali Antichi LAMA dell'Università IUAV di Venezia.